Nessun commento

Passeggiando intorno a Villa Sea Rose

#1 La spiaggetta di Portinente

Nonostante la spiaggia sia ormai ridotta ad un lembo, una volta Portinente era la spiaggia dei liparoti. Si perchè questa piccola baia ha sempre avuto anche una valenza storica tale da portarla ad essere iscritta ne “Il Libro degli Spazi Simbolici”, uno dei sei libri del “Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia”.
Secondo una tradizione molto antica, infatti, sulla spiaggia di Porto delle Genti giunse, navigando sulle acque del mare, la cassa contenente il corpo di San Bartolomeo (divenuto patrono delle Eolie), il 13 febbraio del 264.

E la mattina l’aria è tranquilla e calda. Ci si può buttare mattina per un tuffo mattutino prima della colazione. Dai nostri appartamenti sono solo 40 metri!

#2 I Murales di Supa A Terra

Nel 1997 una zona spoglia ma altrettanto viva del centro storico è stata portata a nuova luce. Con i pittori Luciana Livi e Italo Campagnoli, la caratteristica di questi murales è che sono stati eseguiti tutti dalla stessa mano e secondo un progetto armonico di recupero.
Nel 2017, dopo la naturale usura dovuta all’umidità tipica delle isole, la pittrice ed il suo collaboratore sono tornati a dare nuova vita a questa piccola piazzetta.

#3 Marina Corta: Borgo dei Pescatori

Piccolo borgo a pochi minuti a piedi dalla Villa, Marina Corta è il centro della vita isolana. Una piazza incantevole quanto frequentata, con tipiche barche dei pescatori adagiate sulla spiaggia e i caffè dove iniziare la propria giornata con una piacevole colazione siciliana con brioche e granita. Nei mesi meno turistici si vedono tanti pescatori che si avvicendano per la pesca.